Stylosophia | Fashion blog Italia |

di Alessandra Oliva

Racconto di primavera

Racconto di primavera

racconto di primavera

La campagna, in aprile, nella mia terra regala sorprese di inaspettata bellezza. I campi incolti si ricoprono improvvisamente di distese di margherite a perdita d’occhio, con qualche incursione di papaveri, di gladioli selvatici, e di fiori viola di cui non ho mai saputo il nome.

Ma protagonisti sono loro, i  margheritoni, che con una bellezza semplice e un po’ rustica trasformano i campi anonimi in un mare color giallo e bianco, dettando il loro racconto di primavera.

Da brava amante della natura, non potevo perdere l’occasione per immortalare questo momento della primavera, entrando nel quadro con una veste bucolica intonata.

Lo stile bucolico chic, tra i miei preferiti, rivive in un abito leggiadro che sembra uscito dall’armadio di Maria Antonietta,  insieme a un romantico cappello di paglia con fiocco rosa.

Lo stile bucolico chic di ispirazione tardo settecento francese è uno stile romantico e raffinatamente “campagnolo”. È fatto di piccole stampe floreali, di cappelli di paglia, di tessuti freschi e leggeri, di bianco, di colori pastello, e di nastri per stringere il punto vita.

Si potrebbe dire che lo stile bucolico settecentesco è stato l’antesignano dello stile cottagecore, in voga dal 2020 e incentrato sull’esaltazione della vita di campagna, sulla fotografia di fiori e dimore country, e su abiti  romantici.

Per me, quello stile bucolico chic esalta più di tutti la leggiadria e l’incanto della primavera; se è vero che gli abiti a fiori in primavera non sono avanguardia pura,  un abito floreale fuori dall’ordinario ha sempre il suo fascino.

I piccoli grandi piaceri della primavera sono esplorare la campagna fiorita, fare un bouquet di fiori di campo, indossare con leggerezza, prima che scoppi il caldo d’estate, abiti bucolici e cappelli di paglia da regina in vacanza in campagna.

Alla prossima ispirazione, fashion people.

Dress: Ann.tique

Hat: no brand

 

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.