Stylosophia | Fashion blog Italia |

di Alessandra Oliva

Gratia plena

Gratia plena – Piena di grazia

gratia plena

gratia plena

“Voglio essere un’opera d’arte vivente.”

Luisa Casati

 

Il sacro e il profano, terza parte. Un’altra vergine barocca, stavolta vestita di smagliante turchese proprio come una regina dei cieli, e avvolta nell’aura misteriosa di una chiesa del Settecento. Gratia plena si direbbe in latino ricordando le parole dell’Annunciazione, piena di grazia.

Trasformare l’arte in una cosa viva, da indossare sulla pelle, attraverso vestimenti e travestimenti che attingono ispirazioni dalla storia e dalla moda. E’ questo il senso di questa serie fotografica dedicata al sacro e profano, iniziata  QUI

Un vezzo e forse per molti una stranezza, che trova il suo motivo d’essere sempre nello stesso motto: trasformare l’arte in una sorta di performance viva, come la geniale (e innarrivabile) Marchesa, anticipando la moderna body art, insegnava già un secolo fa.

Felice settimana, fashion people!

 

Dress: Compagnia italiana / Necklace: Yesnoproblem / Star crown: Charlotte Crowns / Headband: Ilaria Innocenti

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.