Stylosophia | Fashion blog Italia |

di Alessandra Oliva

La bella Estate

Ph La Camera Chiara 

Art challenge part 5: L’ Estate di Alphonse Mucha.

La stagione calda, solitamente raffigurata nell’arte attaverso i suoi frutti o il lavoro nei campi, nell’ opera di Mucha viene invece incarnata in una bella ragazza vestita di una tunica leggera e incoronata di fiori rosso fuoco.

Qualcosa di moderno, quasi di rivoluzionario, che ci trasmette la sensazione dell’estate sulla pelle e nella mente.

Il ciclo di pannelli sulle quattro stagioni realizzato dall’artista negli anni novanta dell’Ottocento è una celebrazione della bellezza femminile, in uno stile tipico dell’Art Nouveau (o stile Liberty), di cui lui fu uno dei maestri.

L’ incarnazione dall’estate nel corpo di una donna ha i tratti della stanchezza e della sensualità; il suo sguardo è distratto, la sua posa è molle per la troppa calura, che le fa immergere i piedi in acqua e cadere languidamente la manica della veste.

Sul tema fashion, anche lì la donna di Mucha è una fonte di ispirazione. La semplicità di un abito bianco e un solo accessorio, i fiori rossi tra i capelli, sono due elementi che bastano a fare un look estivo essenziale ma d’effetto.

Riusciremo a goderci di nuovo l’ estate dentro, come stato di grazia, oltre che sulla pelle?

Sarà un’estate anomala e senza i suoi soliti fuochi scoppiettanti, ma l’ importante è non perdere mai quel senso di leggerezza e di libertà che porta sempre con sé questa stagione.

Nel frattempo, la bella estate di  Mucha ci consola con la sua malìa da Circe moderna, un po’ distratta e un po’ narcisa.

Il titolo del post è un omaggio a una raccolta di racconti di Cesare Pavese, ma che poco a a che fare col tema liberty.

Alla prossima, fashion people!

 

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.