Stylosophia | Fashion blog Italia |

di Alessandra Oliva

My Lolita

lolita17

E’ per te, Henry, che ho scritto

Ph Simone Ridi

“Lolita, luce della mia vita, fuoco dei miei lombi. Mio peccato, anima mia. Lo-li-ta: la punta della lingua compie un percorso di tre passi sul palato per battere, al terzo, contro i denti. Lo. Li. Ta.
Era Lo, null’altro che Lo, al mattino, diritta nella sua statura di un metro e cinquantotto, con un calzino soltanto. Era Lola in pantaloni. Era Dolly a scuola. Era Dolores sulla linea punteggiata dei documenti. Ma nelle mie braccia fu sempre Lolita.”

Vladimir Nabokov

Lolita, l’adorabile ninfetta provocante e fragile, capricciosa come una bambina e maliziosa come una femme fatale, che fa perdere la testa al maturo professor Humbert  coi suoi vestitini impalpabili e gli hot pants, le gambe nude e gli atteggiamenti da donna-bambina. Un personaggio letterario, e poi cinematografico, entrato nel mito; emblema della seduzione femminile ma soprattutto dell’amore che fa scandalo, della passione torbida e folle che travolge.

Nel film di Adrian Lyne (1997) Humbert, interpretato da Jeremy Irons, scopre e osserva incantato la sua ninfetta in una scena mozzafiato: Lolita che sfoglia un libro, sdraiata su un prato verde bagnato dall’acqua delle fontane del giardino.  Una donna-bambina perennemente sospesa tra innocenza e malizia, che irretisce col suo vestito leggero, le gambe scoperte e l’atteggiamento di una sensualità un po’ esibita, un po’ nascosta.

A questa immagine di freschezza e seduzione ben raccontata nella Lolita di Adrian Lyne, sono ispirate queste foto. Un racconto emozionale e fotografico in un quadro bucolico, in una giornata di luce, che odora già di primavera, perfetta per incarnare la mia Lolita, “il micidiale diavoletto tra le brave bambine.”

Alla prossima ispirazione, fashion people!

 

lolita19

lolita8

lolita7

lolita9

lolita6

lolita12

lolita13

lolita15

lolita16

lolita21

lolita22

lolita20

 

lolita18

I was wearing

Dress: Rinascimento / Shoes: Private Label

4 Discussions on
“My Lolita”

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.