Stylosophia | Fashion blog Italia |

di Alessandra Oliva

Latest Posts

Stylosophia | Fashion Blog

Lady of the flowers

  Lady of the flowers “Erigone, Aretusa, Berenice, quale di voi accompagnò la notte d’estate con più dolce melodia tra gli oleandri lungo il bianco mare? Sedean con noi le donne presso il mare e avea ciascuna la sua melodia entro il suo cuore per l’amica notte; e ciascuna di lor parea contenta.” D’Annunzio, da L’Oleandro   Lady of the flowers – signora dei fiori. Non poteva esserci titolo più adatto

Continue reading…

Old Hollywood beach style

Old  Hollywood beach style: come creare un look in stile vecchia Hollywood per andare al mare. Sentirsi una diva uscita da una vecchia pellicola hollywoodiana non è poi così difficile, se ci si lascia ispirare dalle immagini di quei film che hanno fatto la storia del cinema, facendo sognare tante di noi di somigliare a Rita o a Marylin. Le donne in costume da bagno erano delle sirene vestite con

Continue reading…

Arredare con la fotografia – Poster Store

  Arredare con la fotografia – Poster Store L’arredamento è da sempre una delle mie passioni; permette di esprimere la nostra personalità attraverso mobili, oggetti, tessuti di cui ci circondiamo nel quotidiano. In questa passione per l’arredamento di interni, ” vestire” le pareti con quadri, stampe, fotografie ha un ruolo fondamentale, come lo ha in ogni arredo di casa. I quadri e le stampe danno un tocco di personalità capace

Continue reading…

Vintage navy style

Vintage navy style: come indossare l’intramontabile stile marinaro alla maniera anni Cinquanta. Se è vero che lo stile navy è ormai un classico dell’abbigliamento estivo, riproposto periodicamente dalla moda contemporanea, la sua popolarità nasce proprio nei favolosi anni Cinquanta. Dopo essere stato lanciato da Coco Chanel, il navy style divenne infatti popolare e “alla moda” grazie alle dive del cinema (da Audrey Hepburn a Brigitte Bardot), che lo resero sinonimo

Continue reading…

Carnations – I fiori dei poeti

“Luogo meraviglioso. Messaggero di pietra. Musica celestiale. Tenebrose presenze. Quello che lei cerca è al Cimitero degli Inglesi, degli Artisti e dei Poeti.” Edward Percival Forster “Il cimitero è uno spazio aperto tra le rovine, ammantato d’inverno di violette e margherite. Potrebbe far innamorare qualcuno della morte, pensare di essere seppelliti in un posto così dolce.” Percy Bysshe Shelley   Breve storia in immagini dedicata al fascino e alla poesia

Continue reading…

Miami 1946 – Hitchcock e la moda 4

Miami 1946: è il dove e il quando si svolgono le prime scene di Notorius – L’amante perduta. Primo capolavoro del periodo americano di Hitchcock, il cult movie si apre, dopo un antefatto, con una festa in una villetta di Miami dove Ingrid Bergman si muove tra i tavoli col bicchiere in mano e vestita di un delizioso stile navy chic. Il primo di una serie di look rimasti nella storia

Continue reading…

Vintage travel style

Vintage travel style: come vestirsi in stile vintage per un viaggio o una gita fuori porta. Innanzitutto, come per qualunque tipo di look intendiamo indossare, scegliendo capi comodi, dalla linea fluida che non segna il corpo, e in tessuti leggeri come il lino e il cotone. In secondo luogo, portandoci dietro un foulard o una stola per proteggerci da eventuali colpi di vento, abbassamenti di temperatura e aria condizionata. Inutile

Continue reading…

La strada scarlatta

La strada scarlatta. Un titolo suggestivo che mi è venuto in mente per descrivere in tre parole questa serie fotografica dove il rosso, in diverse sfumature, domina in tutta la sua potenza vitale. Una strada in salita che da un giardinetto pubblico porta verso la collina, dove fanno capolino torri di un castello medievale, è dipinta di fucsia dalla maestosità di siepi di bouganville, che fanno da palcoscenico in un

Continue reading…

Caccia al ladro – Hitchcock e la moda 3

To catch a thief – Caccia al ladro, appartiene a quei gloriosi anni Cinquanta in cui Hitchcock creò i suoi maggiori capolavori. Uscito nel 1955, è uno dei più famosi film del maestro, ma anche il più atipico nella sua filmografia. La vicenda regala infatti pochi brividi, virando più sulla leggerezza della commedia che sui tipici intrighi e misteri di Hitchcock. Per questo motivo, lo trovo tra i meno interessanti

Continue reading…