Stylosophia | Fashion blog Italia |

di Alessandra Oliva

Beauty routine coreana: una moda che fa bene alla pelle

Beauty routine coreana

beauty routine coreana

Beauty routine coreana: una tendenza nel settore della cura della pelle che nell’ultimo anno si è diffusa sempre di più in Occidente e in Europa, suscitando entusiasmi e curiosità.

La leggendaria pelle da bambola di porcellana delle donne non solo coreane, ma dell’ Estremo Oriente in generale, esercita da sempre una grande attrattiva su noi donne occidentali, che guardiamo a quegli esempi di levigata pelle di velluto  chiedendoci quale sia l’elisir di giovinezza di queste donne; perchè il segreto di una pelle perfetta e che si mantiene a lungo giovane non sta solo nella genetica e nell’alimentazione di quei Paesi, così diversi dai nostri, ma anche nei modi con cui ci si prende cura della pelle.

Come è noto ormai a molti, le regole fondamentali delle donne del Sole levante, giapponesi o coreane che siano, sono due: proteggere la pelle dal sole tutto l’anno, utilizzando creme con fattore spf, e fare quotidianamente un’accurata pulizia della pelle. A partire da questi comandamenti, la beauty routine orientale si sviluppa poi in tutta una serie di accorgimenti e passaggi che fanno della cura del viso un vero rituale, laborioso e preciso come tutti i riti.

Poichè nel settore bellezza, così come nella moda, si creano delle tendenze che divengono più popolari di altre, ora è il momento della beauty routine coreana: pare infatti, sfogliando riviste e sbirciando tra gli espositori di profumerie e farmacie, che i prodotti cosmetici made in Korea, o che comunque attingano alla tradizione coreana, stiano diventando i nuovi oggetti del desiderio delle donne occidentali.

Ma che cos’è e in cosa consiste questa misteriosa e modaiola beauty routine coreana?

Una quotidiana cura delle pelle del viso in dieci passaggi: pulizia con detergente oleoso, poi con detergente acquoso (come l’acqua micellare), esfoliante, tonico, essence (un’emulsione simile al siero), siero, maschera di bellezza (preferibilmente in tessuto), crema contorno occhi, crema viso idratante, protezione solare.

Le differenze tra beauty care occidentale e asiatica

Mentre per noi l’applicazione della crema idratante è uno dei pochi step della routine di cura del viso, per le donne asiatiche e coreane in particolare è solo il penultimo dei passaggi.

L’applicazione dell’ essence è invece fondamentale della beauty routine coreana: non ancora così diffusa in Occidente, è un’emulsione a metà strada tra il tonico e il siero, aiuta l’idratazione e la riparazione cellulare.

E’ chiaro che la beauty routine coreana (e asiatica in generale) è molto più lunga e laboriosa rispetto alla nostra, richiede pazienza e dedizione che non appartengono molto ai nostri ritmi e abitudini, però è interessante raccogliere i consigli della tradizione coreana per integrarli nella nostra quotidiana cura della pelle; accorgimenti come usare una protezione solare, fare la pulizia del viso usando detergenti delicati a base oleosa e acquosa, e non dimenticare mai l’esfoliazione almeno due volte alla settimana, sono operazioni che tutte possiamo fare per migliorare la cura del nostro viso.

Beauty routine coreana: dove e quali prodotti acquistare?

Diversi prodotti si possono trovare da Sephora, ma la novità che personalmente mi ha incuriosito è il nuovo marchio franco- coreano Jowaé: creata dall’Alés Groupe (quello che produce Lierac, per intendersi), questo marchio, lanciato a ottobre sul mercato europeo, propone una linea di prodotti viso e corpo naturali al 93%, a base di estratti di piante medicinali e tradizionali coreane, dalla centella asiatica al loto, dalla peonia al ginseng rosso). Disponibile sul sito del brand e nelle farmacie, questa linea sembra essere un interessante compromesso tra qualità e prezzo, tra tradizione e modernità, per fare entrare nel beauty delle donne occidentali l’affascinante bellezza asiatica a portata di mano, e di tasca.

Buona settimana, fashione e beauty people!

23 Discussions on
“Beauty routine coreana: una moda che fa bene alla pelle”

Leave A Comment

Your email address will not be published.